« Bruci la citta' | Principale | Le vite degli altri »

02 maggio 2007

Commenti

io proprio non riesco a guardarlo, La squadra. Troppo casereccio, troppo pane e peperoni, troppo approssimativo. E dire che a lezione del mio prof di storia del cine venne anche uno degli autori... nonché ex alunno del prof. Nella mia testa pensavo solo che il prof aveva fatto nantro danno...

Anche a me Guerra non ha mai fatto impazzire pero', purtroppo, con la sua morte si chiude proprio un'epoca...speriamo bene :-)

sperem, roy..

noodles, posso anche accettare che non apprezzi, basta che poi non scopra che guardi carabinieri o distretto di polizia perche' se questo e' approssimativo, che aggettivo useresti per le altre fiction italiane??? ;-)

Secondo me avete qualche problema se non vi piace la squadra, la fiction poliziesca più vicina alla nostra Italia altro che Carabinieri e Distretto che sono le telenovelas della giustizia forse resta il fatto che non vi piaccia una polizia capace nonostante perda qualche eroe di questo teleschermo come Pietro Guerra spero solo che La Squadra si ad esempio di rigidità per le nostre forze dell'ordine, le quali in alcuni casi dovrebbero essere sempre più rigidi. A te non pice A me Me PIACE.
Ciao a tutti Forza Italia (Non Partito)

E' morto stasera Pietro Guerra. Devo dire, che la situation nella quale è avvenuta l'uscita di scenza non mi è parsa la più credibile. E' quanto meno risibile che un camorrista, ormai incastrato e bruciato spari a sangue freddo ad un poliziotto. Si poteva far uscire Pietro Guerra in un modo più adatto al personaggio. E' un mio parere. Detto questo. Sono curioso di sapere e vedere come riusciranno a far proseguire questo prodotto. Non si chiamerà più S. Andrea?

povero pietro..la squadra merita troppo, superiore a tutto, altro che pane e peperoni, mi sembra l'unica cosa con meno gossip tra le fsoap italiane! e un'immagine che tutti dovrebbero avere della polizia, visto che non ne esiste solo la faccia che certe persone ci vogliono far credere...

Beh povero Guerra....ricordo l'inizio della Squadra con Amato e Guerra....come spesso accade nelle fiction ti affezioni ai personaggi "storici" e poi si fa fatica a pensare che il serial possa andare avanti senza di loro!!! Comunque bisogna stare attenti perchè la ripetitività è pericoloso ma è altrettanto deleterio cambiare i personaggi chiavi con cui si identificano gli spettatori....basta pensare ad E.R. che perdendo gli storici medici delle prime serie poi è scivolato nell'oblio!!!

Qualcuno sara in grado di dirci quale sarà il futuro della squadra?:sarebbe un atto di gentilezza dovuto a quanti l'hanno seguita sin dalla prima puntata.Aspettiamo notizie al più presto.

Il personaggio che maggiormente ha lasciato un vuoto "pesante" è stato quello di Sergio Amato. Guerra, pur essendo riferimento storico, non ha rappresentato un carattere di indimenticabile presenza, l'attore è bravo ed ha fatto del suo meglio, ma la costruzione del personaggio occupa un ruolo di routine, non è indispesabile come invece lo ritengo per il futuro quello di Ramaglia, Pettenella, Sciacca, Spanò. Cafasso ha occupato un ruolo importante per il collegamento con gli altri. Povera Torre, altro carattere scialbo e poco costruito. Speriamo di non perdere questa fiction che è l'unica cosa di questo genere che ancora riesco a seguire con interesse. claudio

Ho sempre seguito "La Squadra", trovandola estrememente realistica e ben fatta, al contrario di altre fiction poliziesche che, come "Distretto di polizia" ho, personalmente, ritenuto un pò troppo "fumettistiche". Sinceramente spero che la serie non finisca qui e che venga riproposta una " Squadra 9 " con il nucleo di personaggi "storico", senza tentare la via di nuovi format che rischiano di disorientare un pubblico ormai affezionato alla formula originale. Si, sono sinceramente rammaricato per le notizie di fondamentali cambiamenti della mia serie poliziesca italiana preferita, che non trovo assolutamente "pane e peperoni".

Non me la sento di entrare nel merito del valore del format. Forse perchè non sono abbastanza "addetto ai lavori" per capire tutti i parametri che regolano le scelte di produzione. Gli sforzi della Sede Rai di Napoli sono lodevoli, perchè in una realtà in cui i problemi, paradossalmente anche gli stessi di cui si nutre il genere de "La Squadra", sono prevalenti e persistenti nella vita quotidiana, l'immagine di un manipolo di poliziotti quasi-veri ed integerrimi come quelli del "S.Andrea" aveva un significato molto preciso. Resta il fatto che "La Squadra", come tutti i prodotti "di confine" ha vissuto di alti e bassi, in una sinusoide talmente ampia che si sono intraviste punte di buona intensità narrativa con momenti di imbarazzante stupidità. Gli ultimi episodi dell'ottava serie ne sono stati, forse, gli esempi più concreti. Le ultime puntate mi sono sembrate più "forzate dalla necessità del cambiamento" che accese da intuizioni narrative di minimo livello. E' sembrato che si dovesse adattare la scrittura alle necessità della produzione (più di quanto normalmente non si faccia) e questo, anche se può sembrare accademico, nuoce sempre in modo micidiale alla creatività ed al valore artistico finale di un prodotto.

Credo che chi dica che il pergonaggio di Pietro Guerra non era rilevante....non sappia valutare le cose...Pietro è il capo...lo sarà sempre con lui c'era la Squadra senza..saranno un gruppo di Poliziotti.

"La Squadra" è uno dei pochi prodotti televisivi dove non la fanno da padrone la futilità del mondo dei media ( membri delle forze dell'ordine pronti per "Vog"), la scopiazzatura di modelli stranieri o la melensaggine dei "valori della famiglia di una volta" (quei valori che per primi non rispettano coloro che se ne proclamano strenui difensori!). Gli eroi del nostro serial sono uomini veri, ognuno con le sue debolezze ma anche con i suoi slanci di solidarietà, con le sue gioie e con il suo mondo di dolori. E neanche è vero che corrispondono allo stereotipo falso dei poliziotti sempre tutti d'un pezzo: abbiamo conosciuto quello corrotto (la cui presenza è però abbastanza standard, perchè serve a far risaltare gli altri), ma chi può dimenticare che Luciano picchiava la moglie, che Stefano per amore ha aiutato un latitante? Queste sono delle scelte narrative che danno allo spettatore la sensazione di trovarsi difronte non dei "modelli", delle "maschere", ma degli uomini che hanno scelto una parte della barricata, quella in cui noi ci riconosciamo, pur non essendo dei mostri di perfezione. La stessa morte di Pietro, avvenuta in fondo per una sua ingenua distrazione, testimonia di quanto questi eroi siano "poco eroi" e "molto uomini". Toglierci tutto questo, per darci dei racconti fatti in serie, senza respiro, bloccati in schemi temporali angusti, è una cattiveria di cui non riesco a cogliere le motivazioni: a noi spettatori "La Squadra" piaceva così, perchè ce l'hanno voluta cambiare?

la Squadra ,che tristezza se veramente mi portano via Pietro essendo lontana abito in america a dovuto aggiungero un programma speciale x vedere la squadra (Rai internetional)se e veramente cosi io lo tolgo subito il programma, perxhe'hanno voluto portatci via pietro la squadra? senza pietro la squadra finisce hanno portato via tutte le emozioni che tutti gli intaliani a l'estero potevano provare.iO ASPETTO tutti i giovedi x vedermi la squadra e si li initalia la fanno il mercoldi qui invece il giorno dopo ,la squadra mi faceva sentire vicino casa vedere un po' di napoli ogni giovedi ke bello invece di una cartolina.ke tristezza specialmente x noi ragazze.La Squadra e' interessante molto xke' veramente racconta cosa succede nella nostra citta' Napoli, Salerno e vicinanze. che peccato kmq tutte emozioni che rimangono quelle nn muoiono mai..... siete grandi Pierto 6 grande .

avete visto lo spot della nuova squadra?

L' ultima puntata della Squadra è stata in effetti un bel pò confusionaria: sono spariti alcuni personaggi senza nessun motivo (es. il commissario Torri) e sono ricomparsi altri personaggi anche qui senza motivo quali Pettenella (ma non era a Latina?)e Ramaglia (ma non era in coma?).
Mancherà comunque un raccordo con la nuova serie sulla sparizione dal cast di numerosi protagonisti (Alfio, Demetrio. Non si poteva fare una puntata-ponte tra vecchia e nuova Squadra per dare spiegazioni?

Verifica il tuo commento

Anteprima del tuo commento

Questa è solo un'anteprima. Il tuo commento non è stato ancora pubblicato.

In elaborazione...
Il tuo commento non può essere pubblicato. Errore di scrittura:
Il tuo commento è stato pubblicato. Pubblica un altro commento

I numeri e le lettere che hai inserito non corrispondono a quelle dell'immagine. Prova di nuovo.

Come ultima cosa, prima di pubblicare il tuo commento, inserisci le lettere ed i numeri che vedi nell'immagine qui sotto. Questo impedisce che programmi automatici possano pubblicare dei commenti.

Fai fatica a leggere quest'immagine? Visualizzane un'altra.

In elaborazione...

Scrivi un commento

Le tue informazioni

(Il nome e l'indirizzo email sono richiesti. L'indirizzo email non verrá visualizzato con il commento.)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

gennaio 2021

lun mar mer gio ven sab dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

social



  • Instagram

intrallazzi



  • www.flickr.com

PrivacyPolicy


  • Privacy Policy
Blog powered by Typepad
Iscritto da 06/2005

supporto a


counter