« Dispaccio riservatissimo per Sua Maesta' Napoleone I | Principale | Bloggersforequity: partecipa anche tu! »

12 dicembre 2005

Commenti

Mi hai proprio fatto venire voglia di vederlo. Grazie, perchè in effetti era stato talmente poco pubblicizzato che non me ne sarei nemmeno accorto altrimenti.

è strano, io invece mi sono annoiato talmente tanto che durante le lunghissime scene dello shuttle e dell'oceano con cori sardi di sottofondo mi mettevo a dormire. poi riaprivo gli occhi quando ripartiva la voce fuoricampo. boh. forse perché non riuscivo a convincermi che quel tizio con il codino fosse un extraterrestre e che il ghiaccio del polo fosse la crosta dell'atmosfera di elio liquido di un pianeta vicino a andromeda. non so, questa finzione dichiarata mi sembrava davvero orribile, come se nella realtà non ci fosse nessuna speranza.

Onore a te...mi hai fatto venire una "stratosferica" voglia di vederlo...

:)

proprio vero sulla distribuzione: questo è solo l'ultimo dei film che non son riuscito a vedere al cinema... ed ovviamente in dvd non è lo stesso, vero?

sbalorditivo!
voglio vederlo!

ti posso capire Thomas, non e' un film vero e proprio ma come la chiama Herzog una fantasia scientifica: se riesci a lasciarti affascinare non ne vieni piu' fuori altrimenti posso immaginare che risulti noiosa..

che io sappia, snorkom, questa settimana era in programmazione solo a MI e TO per quando riguarda il nordovest.. :-/
spero cmq in un bel dvd che racconti tutto quel che c'e' dietro il film

spero che tu riesca a trovarlo in sala, rizar!

eh si' RC e spider, dovreste proprio vederlo: il protagonista e' un vostro parente! ;-)

uno splendore, vero, verissimo, vicino a quel capolavoro che è Apocalisse nel Deserto. Forse non tutto funziona a meraviglia ma anche solo per un briciolo dell'intuizione c'e' di che strabuzzare gli occhi. e i sub-spaziali, i movimenti e come trattano gli oggetti che si trovano nella Grande Pianura, fan-ta-sti-co. distribuito male, fortunatamente in v.o., tutto questo nonostante ci siano soldi italiani di mezzo. (pensavo l'avessero già eliminato, l'hai visto a Torino?)

no l'ho visto a milano, ma ho visto che ai fratelli marx c'era ancora. Mi ero dimenticata di ricordare che era in lingua originale! bello bello bello!

Hai ragione, la distribuzione e' praticamente inesistente.
E, se poi, i pochi cinema dove viene proiettato, sono come quello a forma di aereo (forse era anche piu' stretto) in cui l' ho visto io....:-((

ciao :-)

non è un aereo, è un tram! mancano solo le obliteratrici...

l'abiamo visto tutti nella stessa sala! (l'unica che lo trasmette a MI)
se ti sedevi in fondo l'impressione di essere in una capsula spaziale c'era! :-DDD

NOn ho visto nemmeno una scena di questo film, ma da quello che ho letto e che leggo dal tuo posto credo che ci troviamo di fronte a grande cinema, o semplicemente a VERO cinema, ad un'opera di genio prima ancora che di maniera. Ad avvalorare tale tesi la quasi completa indifferenza dei distributori.
Ma riusciro' a vederlo, prima o poi, dovessi agire illegalmente !! ;-)

c'e' anche l'autorevole pare di LG a confermarne la grandezza, speriamo nel dvd, in sala non farei affidamento :-(

Il grosso problema dei film di Herzog è che purtroppo non sono bene distribuiti - tranne che i titoli più famosi.
Sottolineo che non incito a fare della pirateria cinematografica e musicale uno stile di vita: la mia considerazione è da cinefilo, di quelli che non riescono a andare al cinema e trovare sempre film d'autore, magari fatti in altri paesi che non siano la solita America di Hollywood. Se questo film fosse uscito nella zona dove vivo, avrei fatto le corse per vedere il film pagando il biglietto al prezzo dovuto, purtroppo non è uscito, e temo che se voglio vederlo mi toccherà scaricarlo in versione originale...

dunque devo considerarmi fortunata ad averlo visto!
ho avuto l'onore a venezia in una giornata davvero piena e non nego di aver chiuso un'occhio ogni tanto. non l'ho trovato molto coinvolgente questo è vero, ma è un vera è propria riflessione sul cinema.
Herzog ci ricorda come il cinema abbia la capacità di farci credere che quello che vediamo siamo ciò che lui vuole e non ciò che realmente è.
usa il mondo, il nostro mondo e la sua storia per dirci di altre storie e di altri mondi. come le profondità dei poli presentateci come i fondali di un pianeta alieno. o quelle lontane riprese in bianco e nero come documento dell'arrivo degli alieni sulla terra. tutto questo è geniale!
ore non mi resta che conoscere meglio genio.

maromi, acuta osservazione la tua: non avevo considerato questo aspett riflessivo sul cinema.. :-)

cucusette, la distribuzione di questo film e' stata DAVVERO vergognosa! :-(

Verifica il tuo commento

Anteprima del tuo commento

Questa è solo un'anteprima. Il tuo commento non è stato ancora pubblicato.

In elaborazione...
Il tuo commento non può essere pubblicato. Errore di scrittura:
Il tuo commento è stato pubblicato. Pubblica un altro commento

I numeri e le lettere che hai inserito non corrispondono a quelle dell'immagine. Prova di nuovo.

Come ultima cosa, prima di pubblicare il tuo commento, inserisci le lettere ed i numeri che vedi nell'immagine qui sotto. Questo impedisce che programmi automatici possano pubblicare dei commenti.

Fai fatica a leggere quest'immagine? Visualizzane un'altra.

In elaborazione...

Scrivi un commento

Le tue informazioni

(Il nome e l'indirizzo email sono richiesti. L'indirizzo email non verrá visualizzato con il commento.)

febbraio 2023

lun mar mer gio ven sab dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          

social

intrallazzi


PrivacyPolicy


  • Privacy Policy
Blog powered by Typepad
Iscritto da 06/2005

feed


supporto a


counter