« Viaggio allucinante | Principale | Sky captain and the world of tomorrow »

22 novembre 2004

Commenti

ti
#1 22 Novembre 2004 - 20:55

secondo te perchè non si fanno piu' commedie all'italiana Ava?...
non ci sono autori abbastanza acuti o la "critica sociale" non ha piu' spazio in Italia?...spider
#2 22 Novembre 2004 - 22:38

una Lolita re-inventata, in chiave moderna: ciccia e cellulare.
Le anoressiche esistono solo nella fantasia di spider :-)
diciamo comunque che la maggioranza delle lolite é obesa. Ergo : non sono lolite.
passim
#3 23 Novembre 2004 - 10:27

secondo me sono vere entrambe le ipotesi di spiderfrommars.

E sulle moderne lolite ha anche ragione passim ...
myr
#4 23 Novembre 2004 - 10:35

Senza contare il fatto che, ammesso che vi fossero giovani autori (forse ve ne sono, ava questo può dirlo meglio di me che in faccende di cinema sono una schiappa) in grado di cimentarvisi, quanto successo, in termini di pubblico, avrebbe?
il film che tu qui ava recensisci è un film che richiamerà molti spettatori?

#5 23 Novembre 2004 - 11:51

Lolita è colei che anche pronunciando la parola "mela" le da una parvenza oscena...questo il Nabokov-pensiero

riguardo alle anoressiche, una nuova azienda di abiti, molto reclamizzata ultimamente si chiama TAGLIA 42.... è scontato comunque che tra lo stereotipo e la realtà vi siano "funzionali" distanze siderali...

Per la commedia all'italiana, attendo il giudizio di Avaspider
#6 23 Novembre 2004 - 12:18

vengo a ridere nella casa di ava che sicuramente mi scuserà...(per le cose lasciate su passim ava, non per le tue beninteso)
Non vi sono più le Lolite di una volta
cari passim e spiderfrommars!

Ho scritto un raccontino di una taglia 40 che è stata appellata molto divertentemente come "grassa e cicciona"...
Non vi dico chi è la "grassa cicciona" che la ciclista pazza stava per investire...

Vi saluto tutti con affetto
myr
#7 23 Novembre 2004 - 14:12

al di la del successo che avra' questo film, che magari sara' ai livelli di volevo solo dormirle addosso (e spero sicuramente meglio di !) ho l'impressione che la comedia all'italiana sia morta per i motivi che dicevate voi, perche' i giovani registi vogliono fare "gli autori" mentre la commedia nasceva da un substrato artigianale poi i comici di oggi con le loro battutine scipite ce li vedete a fare della vera critica sociale?
Tornando al film la scelta del nome Lolita e' certo voluto per accentuare il senso di inadeguatezza della protagonista, cmq che non ci siano piu' le lotite di una volta e' risaputo: vogliamo mettere Sue Lyon con la tipa della versione di Adrian Lyne? "alla faccia delle anoressiche!" biascica la signorina grandiforme che e' in me..
Avag
#8 23 Novembre 2004 - 14:34

vogliono fare gli autori e molto spesso non sono dotati delle minime capacità analitiche...si soffermano sul quotidiano e sull'esistenziale avendo raramente la capacità di dare un respiro universale a cio' che narrano (quando dico che in Italia si pensa ALLAMMORE...)...riguardo ai comici, hai perfettamente ragione...anche la satira(persino quella censurata) mi pare che abbia perso molta della sua "pericolosità"...

sulle lolite...Lolita rappresentava l'amore proibito...la trasgressione che metteva in crisi gli abiti mentali dell'uomo piccolo borghese integrato...stando cosi' le cose il suo impatto non poteva che essere tellurico...ma questa è divenuta una società dove lo sbandieramento di trasgressioni a basso prezzo è una norma...di Lolite o presunte tali sono pieni rotocalchi,autobus all'ora di punta, manifesti,autobiografie piu' o meno autorizzate e...persino blog....è lampante che tutto questo impatto delle Lolite sia oramai divenuto risibile...

grazie Ava
spider
#9 23 Novembre 2004 - 15:35

qua nessuno di noi é anoressico, sono magro ma l'anoressia é un'altra cosa.

Le Lolite odierne sono quelle di cui parlava un tizio a una cena l'altra sera? quelle che si fanno caricare il cellulare via chat..
Beh anche i loliti però se lo fanno caricare. Ne scopro sempre di nuove cari signore, signorine e signori
passim
#10 23 Novembre 2004 - 15:58

i loliti?...che tristesssssa passim...

:( quasi peggio dell'annuncio di chiusura del tuo Blog...:(
spider
#11 23 Novembre 2004 - 16:36

Il film l'ho visto
Mi è piaciuto
Non è folgorante come il primo dell'accoppiata francese ma val bene una mossa (con la e proprio non mi riesce di scriverlo)

Mi ha lasciato i giusti interrogativi sul peso delle figure genitoriali di peso nelle paranoie della figliolanza, nelle insicurezze e in tutto il resto del carlino.
Non saprei dire se anni fa si sarebbe chiamata commedia all'italiana
Penso che la differenza, se fattualmente occorra individuarne, per come la vedo io, risieda nel fatto che la commedia rappresentava una critica alla società di tipo più gramsciano, più per affresco e per relazione fra ed entro le classi sociali.
Questa francese mi pare più contraddistinta dall'impatto della psicologia del singolo, in rapporto filmico più facilmente con un altro individuo (vedi le Amelie, il gusto degli altri, una questione di gusto ecc), che con la collettività (a l'Attac)
Sperando che le ortografie dell'idioma a me non familiare non siano tutte errate e che il livello di cazzate non abbia segnato rosso fisso.
Che però è di casa.
Saluti a tutti.

Anche a Passim, che a noi piace pensare ancora dietro al motore, mentre fa correr via la macchina a vapore.

Per questo, Passim, non avrai il mio coccodrillo!
spider
#12 23 Novembre 2004 - 16:53

Il passaggio che tu menzioni Renzo, è anche frutto di una nuova ottica apposta sulla società...non piu' una panoramica ma una soggettiva e questo si rintraccia anche nella letteratura contemporanea...il problema è pero' dato dal fatto che raramente (a mio modestissimo avviso) si cerchi di dare una valenza globale a queste osservazioni dei singoli...tutto scade in un'aura di occasionalità episodica individuale...

gia' passim....vergognati e ripensaci...
utente anonimo - IP: 217.133.7.183
#13 23 Novembre 2004 - 18:14

Spider quando parli di questioni sociali mi fai eccitare.

Meglio figli del proprio tempo o cugini di campagna?
In quanto terrone, alunno del sole sono già stato!
Anzi, ho pure ripetuto un paio d'anni!
renzo
#14 23 Novembre 2004 - 19:35

sicuramente ha ragione renzo quando dice che ci sono differenze sostanziali tra la commedia d'oltralpe e la commedia all'italiana, quindi un tema cosi' sarebbe stato sviluppato in tutt'altra maniera da noi, ma e' anche certo che la commedia all'italiana non esiste piu'.

Per le lolite concordo con spider: tutte le trasgressioni ostentate personalmente mi annoiano a morte, per quanto un lolito.. passim mica hai tenuto un link? ;-)
Avag
#15 23 Novembre 2004 - 20:39

Ora finalmente capisco la commedia all'italiana: eccola qua, si sta svolgendo sul maxischermo di Ava :-)
Caro Renzo é sempre un piacere leggerti, anche in campo nemico, oops volevo dire neutro!
Pensavi che ci facessi le borse o le scarpe con gli alligatori? Naaaaa
Niente coccodrilli ragà ma opere di bene.
I motivi della chiusura del blog, sine die é molto vago come termine lasciatelo dire a un "latinista" che ha scelto un nome latino per la "testata" e per lo pseudonimo (che myr non ascolti da oltralpe), sono molti non ultimo quello che devo studiare ... che sono in ritardo... che c'ho l'umore sverso, che c'ho poca voglia di andare per blog a commentare e a "rassegnare" alla passim way.. .insomma non c'ho voglia e non c'ho tempo. Momentaneamente. Poi, chi vivrà vedrà.

E veniamo a noi cara e bella formosa padrona di casa: delle tizie che per mostrarti le tette in chat chiedono la ricarica del cellulare, l'ha raccontato un tipo etero, ma non chepiùeterononsipiù, perché ... anche lui c'ha una parte femminile che dorme e non dorme...
Del lolito che si fa ricaricare anche lui il cellulare (cosa mostrerà????) seppi invece da un omo chepiùgaynonsipuò... ma non gli ho chiesto dove l'ha rimorchiato.

Interessante no? Quasi quasi, riapro il blog per farci un post :-)

Io non ho ancora ricaricato il cellulare né alle Lolite, né ai Loliti....
Che fò? Any suggestion?

Se qualcuno però si offre di caricare il mio... ;-)
passim
#16 23 Novembre 2004 - 21:03

si si passim, riapertura temporanea perche' io non ci ho capito nulla, vabbe' che son ragazza di campagna e pure col braccino corto ( Genova non e' lontana) ma che fanno sti loliti non l'ho ancora capito.. ma son dei femminielli internettici alla fine? :-/

tornando alla questione primaria l'importane c'e che tu vegli in spirito sui nostri poveri blog fino a futura reincarnazione..
Avag
#17 24 Novembre 2004 - 11:34

...mala tempora currunt....SED CURRUNT...

ANCHE I GAY NON SON PIU' QUELLI DI UN TEMPO....:(
spider
#18 24 Novembre 2004 - 13:59

Bella ragassa di campagna, più di quello che ti ho detto non so.
Però se l'argomento ti interessa mi faccio indicare il nome della chat..
Prometti però di chattare anche con me e non ti chiedo di mostrare niente perché il cellulare non te lo ricarico :-)))

Veglio ancora per un po'.. forse..
non ho seguito altri blog che il tuo in quest'ultimo tempo (e quello dell'amico ragno). Più fedele di così non si può. E pensare che non credo alla fedeltà
passim
#19 24 Novembre 2004 - 14:10

ok lasciamo cader lo scabroso argomento, e accontentiamoci della tua prova di fedelta', passim :-)
Avag
#20 26 Novembre 2004 - 17:23

Il film l'ho visto in lungua originale perche' io talora faccio il gihetto. Mi e' piaciuto molto: non un capolavoro, ma un film molto bello si'. Sono gorssomodo d'accordo sul paragone da te fatto con la commedia all'italiana. C'e' stata l'epoca doro della commedia all'italiana, ed e' durata si e no 10 anni, c'e' da decenni l'epoca d'oro delle commedie alla francese.
Bisognerebbe meditare su questa differenza matematica...
ode
#21 26 Novembre 2004 - 18:01

che dire ode.. e pensa che succedera' adesso con l'ingresso di boncompagni nella commissione cinema!
ava

Verifica il tuo commento

Anteprima del tuo commento

Questa è solo un'anteprima. Il tuo commento non è stato ancora pubblicato.

In elaborazione...
Il tuo commento non può essere pubblicato. Errore di scrittura:
Il tuo commento è stato pubblicato. Pubblica un altro commento

I numeri e le lettere che hai inserito non corrispondono a quelle dell'immagine. Prova di nuovo.

Come ultima cosa, prima di pubblicare il tuo commento, inserisci le lettere ed i numeri che vedi nell'immagine qui sotto. Questo impedisce che programmi automatici possano pubblicare dei commenti.

Fai fatica a leggere quest'immagine? Visualizzane un'altra.

In elaborazione...

Scrivi un commento

Le tue informazioni

(Il nome e l'indirizzo email sono richiesti. L'indirizzo email non verrá visualizzato con il commento.)

gennaio 2023

lun mar mer gio ven sab dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

social

intrallazzi


PrivacyPolicy


  • Privacy Policy
Blog powered by Typepad
Iscritto da 06/2005

feed


supporto a


counter