« Kathleen Turner | Principale | Moulin Rouge! »

21 giugno 2004

Commenti

Ci sono andata troppo leggera? puo' essere, pero' ripeto il fatto di non essere caduto nell'inghippo di far ripetere la stessa storia nel passato e nel presente l'ha salvato in corner..
Cmq la hurley ghiacciaola era veramente ridicola, Emanulela :-)


salve Renzo, qualche volta posso aver da fare anche io no?
:-P
certo che excite si rimetesse un po' in sesto, sarebbe tutta un'altra cosa... grrr..
scritto da ava alle ore 13:30:50


Mamma mia, anche secondo me sei stata troppo buona. L'ho visto al cinema, ed è l'unico film in cui mi sono permessa di ridere a scena aperta per le incongruenze e l'assurdità dei personaggi. Ricordo solo due cose: la Hurley che succhia un ghiaccolo (e ho detto tutto) e un gommone che appare e scompare senza un nesso logico. Ormai ho messo una croce sopra la Bigelow, purtroppo...
scritto da Emanuela alle ore 12:09:14


L'ho visto un paio d'anni fa questo film della Bigelow, e se le sensazioni lasciate da un film sono i migliori indicatori del valore dell'opera, in questo caso si vola proprio basso. Non ne ho nessun ricordo particolare, Ava ci sei andata fin troppo leggera ;-)
Buona giornata!!!
scritto da D-Aniki alle ore 10:45:18


Il doppio commento perchè excite non funziona
Come me
scritto da Renzo alle ore 10:38:31


E io infatti abito all'inizio congiunto di Appia e Tuscolana, vicinissimo alla Stazione Tuscolana. Pasolini davanti a casa mia c'è passato di sicuro. Se era in Alfetta non lo so, ma sicuro c'è passato. Gli alberi un po' francesi di Piazza Ragusa, la rotonda insulsaggine di Piazza Re di Roma, dove in una piccola rosticceria si mangiano i migliori supplì di Roma. E Pombi coi tiramisù, e i ristorantini siciliani e sardi, e i treni che sento passare mentre di sera tengo le finestre aperte per far entrare il fresco e le zanzare. Tatàn-tatàn, tatàn-tatàn.
scritto da Renzo alle ore 10:37:19


E io infatti abito all'inizio congiunto di Appia e Tuscolana, vicinissimo alla Stazione Tuscolana. Pasolini davanti a casa mia c'è passato di sicuro. Se era in Alfetta non lo so, ma sicuro c'è passato. Gli alberi un po' francesi di Piazza Ragusa, la rotonda insulsaggine di Piazza Re di Roma, dove in una piccola rosticceria si mangiano i migliori supplì di Roma. E Pombi coi tiramisù, e i ristorantini siciliani e sardi, e i treni che sento passare mentre di sera tengo le finestre aperte per far entrare il fresco e le zanzare. Tatàn-tatàn, tatàn-tatàn.
scritto da Renzo alle ore 10:36:04


Renzo...
..."Giro per la Tuscolana come un pazzo,
per l'Appia come un cane senza padrone.
O guardo i crepuscoli, le mattine
su Roma, sulla Ciociaria, sul mondo,
come i primi atti della Dopostoria,
cui io assisto, per privilegio d'anagrafe,
dall'orlo estremo di qualche età
sepolta"...

Pasolini pero' girava con l'Alfetta cabriolet, non con la moto...
scritto da spiderfrommars alle ore 09:59:08


...dal soggetto da te descritto...c'è per caso qualche nesso con "L'avventura" di Antonioni?....
scritto da spiderfrommars alle ore 09:41:46


Roma di notte
Appena reduce da un giro bellissimo in moto per la città di notte.
Si riesce anche a sentire l'odore dei fiori, delle rose del roseto.
Davanti lo spettacolo del Circo Massimo e delle rovine illuminate. E poi il Tevere, mai così vicino, sulle scale dell'Isola, quasi a sfiorare acqua.
Un 360 gradi intorno alla fontana di piazza Esedra.
Girava così.
Sul lettuccio adesso. Aspettiamo che faccia giorno. Ad occhi chiusi?
Possibile. Notte.
scritto da Renzo alle ore 02:13:09


Forse non mi trovo d'accordo molto con te...questo film mi piacque molto quando lo vidi e lo reputo uno dei migliori Thriller fatti ultimamente e forse +...cmq vieni a trovare anke tu ogni tanto...così magari confrontiamo le nostre recensioni..ciao ciao!!!
scritto da Pizzillo alle ore 22:16:03


E' inutile, ormai è assodato, ti voglio più bene di quanto ne vuoi tu a me
;-PPPPPPPP
Poi sarei io il fetentone
Vedi il mondo come gira!

Ti abbraccio Ava, dopo un fine settimana veramente ai limiti dell'incubo
O dell'ìncavo?
Ma inutile aggiungersi a folle deliranti
Mettersi in coda per eventi
Aspettare il turno per uno spettacolo alla moda

Saltiamo sul cavallo dell'altare della patria e spingiamoci al galoppo.
Adesso me ne esco, salto su ronzinante e vado a godermi l'arancia sui sette colli.
scritto da Renzo alle ore 18:32:13


Verifica il tuo commento

Anteprima del tuo commento

Questa è solo un'anteprima. Il tuo commento non è stato ancora pubblicato.

In elaborazione...
Il tuo commento non può essere pubblicato. Errore di scrittura:
Il tuo commento è stato pubblicato. Pubblica un altro commento

I numeri e le lettere che hai inserito non corrispondono a quelle dell'immagine. Prova di nuovo.

Come ultima cosa, prima di pubblicare il tuo commento, inserisci le lettere ed i numeri che vedi nell'immagine qui sotto. Questo impedisce che programmi automatici possano pubblicare dei commenti.

Fai fatica a leggere quest'immagine? Visualizzane un'altra.

In elaborazione...

Scrivi un commento

Le tue informazioni

(Il nome e l'indirizzo email sono richiesti. L'indirizzo email non verrá visualizzato con il commento.)

ottobre 2021

lun mar mer gio ven sab dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

social

intrallazzi


PrivacyPolicy


  • Privacy Policy
Blog powered by Typepad
Iscritto da 06/2005

feed


supporto a


counter